Tel. 049 8723383 Cell. 348 2727311

segreteria@ginecologogambatomario.it

ADOLESCENZA

luglio 30, 2016 - Lisa Tiranti

No Comments

Gli adolescenti sperimentano in breve tempo l’alternarsi di diversi stati d’animo, che hanno origini anche biologiche,  sono surrogati, cioè,  da improvvisi e notevoli cambiamenti ormonali. Questa ambivalenza degli stati d’animo non sempre è compresa o giustificata dai genitori.

Questo alternarsi di stati d’animo permette all’ adolescente di sperimentare e trovare soluzioni.

La sperimentazione coinvolge le dimensioni: affettive, relazionali e culturali del giovane.

La ricerca di autonomia prevede anche scelte in antitesi con quelle dei genitori, comprese  quelle sbagliate.

La prima scelta è la volontà di sentirsi liberi, di correre dietro la vita e di provare ogni esperienza.

È come ognuno di essi sentisse una ” voce dentro di sé ”, che lo spinge a provare ogni esperienza, a verificare tutte le possibilità, anche attraverso atteggiamenti ribelli, lontani dalla ragionevolezza, a volte ipocrita, degli adulti.

Questi comportamenti ci fanno pensare al “ generarsi di una coscienza embrionale ”.

La spinta ormonale, prepotente e incontrollata, da luogo a modificazioni sessuali che portano gli adolescenti a sentire  per la prima volta“ tenerezza” verso  l’altro sesso o lo stesso.

È fondamentale ,in questa fase, la vicinanza degli amici, senza i quali ci si sente fragili e smarriti.

È necessario essere accettati ed amati, non solo  dai genitori, ma anche dal gruppo.

Ecco perché, le amicizie e i gruppi frequentati sono fondamentali per una crescita sana, forse più degli stessi genitori.

È sentito come imperioso il desiderio di cambiare tutto e subito, senza compromessi.

La vita è percepita come speranza.

E’ mandatario da parte dei genitori la disponibilità a parlare in qualsiasi momento in cui il figlio lo voglia, lasciandogli la libertà di decidere sul “quando” e “cosa dire”.

È altresì mandatario per i genitori far capire ai figli che :” in certe situazioni ci siamo passati anche noi genitori”.

Concedere loro fiducia, responsabilizzandoli nel loro operato.

Non bisogna essere assolutamente autoritari né  permissivi, ma  autorevoli, instaurando un dialogo continuo e costante, che sicuramente a distanza ripaga e premia lo stesso adolescente.

Consigli per i genitori

Mostrare  sempre un buon accordo con l’altro genitore;

instaurare regole chiare, non eccessivamente restrittive da concordare anticipatamente con gli adolescenti.  Queste regole devono prevedere sanzioni realmente applicabili.

E’ fondamentale trasferire il concetto di:” limite umano”, riducibile, ma non superabile.

E’ fondamentale un clima di rispetto reciproco, di onestà, di coerenza, di mutua collaborazione;

favorire l’autonomia, l’affermazione dei sentimenti e delle aspirazioni del giovane, compatibilmente con la sua età;

stabilire le responsabilità nei confronti del proprio corpo, degli altri e delle cose.

Dimostrare flessibilità nei comportamenti, anche adattandoli all’ umore del figlio.

Offrire massimo sostegno nei momenti di difficoltà, anche se  apparentemente non accettati.

Offrire sempre un atteggiamento di comprensione e di consolazione.

 

Vedi anche L’identità – Plasmata da Amori e Perdite

Lisa Tiranti

Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *